su

P linio il Vecchio classificava Trevi come città degli Umbri. Il nome latino di questo meraviglioso gioiello, Trebia, potrebbe derivare dalla radice umbra treb-, componente delle parole che in quella antica lingua indicavano casa, costruzione, costruire.

Quindi, se state progettando un weekend in Umbria state pensando che camminare possa essere un’opzione, allora dovete mettere in calendario di passare per Trevi. Il posto giusto per voi. Infatti, la “capitale dell’olio” extravergine è un mix di arte, storia e natura spettacolare. L’incontro tra benessere, tranquillità e buon vivere.

La città di Trevi, uno dei sei comuni che compongono i percorsi dei Sentieri nella Fascia Olivata, racconta una storia millenaria.

La sua esistenza, prima della dominazione romana, è testimoniata anche dalla “stele di Bovara”. Nel suo territorio stanziarono civiltà preistoriche, come attestano ritrovamenti del paleolitico. Acquistò grande rilevanza quando, in età imperiale, fu ripristinato l’antico corso della Flaminia e si sviluppò in pianura, in località Pietrarossa, una vera civitas. Fu sede vescovile fino all’XI secolo.

Al suo interno la città è un concentrato di bellezze.  La chiesa di San Francesco, Villa Fabri, da dove di può ammirare uno straordinario panorama sulla valle spoletana e la coltivazione degli olivi, la chiesa di San Giovanni o quella di San Martino, sono alcuni dei punti di interesse di questo borgo considerato uno tra i più belli in Italia.

.

La produzione dell'olio

Foligno è la terza città umbra. Con oltre 60mila abitanti si trova al centro della Valle Umbra ed è attraversata dal fiume Topino.
È un centro centro commerciale ed industriale ricco e importante e il principale centro di comunicazioni dell’intera regione.
Fondata dagli “Umbri Fulginates”, nel Medioevo, sotto la signoria dei Trinci, estese i propri confini fino all’Abruzzo. Passò successivamente sotto lo Stato Pontificio, prima di essere incorporata nel Regno d’Italia.Il percorso dei Sentieri nella Fascia Olivata lambisce la città ma si inerpica per i paesi della montagna.

Seguendo la traccia Gpx del sentiero scaricabile da questo sito, arrivare Trevi anche a piedi è piuttosto semplice. La città è riconoscibile perché si trova abbarbicata sulla sommità di una piccola collina, a guardia della valle sottostante.  Trevi è il punto mediano del percorso, congiunzione di due tracciati. Quello che parte da Poreta  e quello che raggiunge Sassovivo, passando per la montagna.

Un punto strategico per chi progetta di camminare in Umbria, anche per due giorni di trekking o di bike. Infatti, la città unisce la sua storia millenaria con una radicata tradizione agricola legata alla coltivazione dell’olivo. Parte integrante della vita di questa comunità. La produzione e il consumo dell’olio fanno parte della cultura alimentare della città fina dalla sua nascita. Da Trevi arrivava l’olio che andava nelle tavole di molti papi e numerosi sono rimasti i frantoi ancora attivi con una produzione di qualità straordinaria.

Il museo della città, gioiello d'arte

L'interno della chiesa di San Donato, una pieve poco fuori il borgo

La nostra proposta

E, quindi, se il vostro obiettivo è quello di camminare e rilassarvi in Umbria, con i Sentieri nella Fascia Olivata potete prenotare una visita a Trevi scegliendo qualsiasi periodo e tipo di sistemazione. Oppure, vi proponiamo anche una soluzione per soli tre giorni. Un weekend tra passeggiate, buon cibo e relax.

Non dovete fare nulla, dunque, se non scegliere il vostro fine settimana preferito da QUESTA PAGINA. Al resto penseremo noi.

Il nostro programma prevede:

Venerdì:
– Arrivo in mattinata, deposito bagagli
– Trekking urbano alla scoperta della Trevi sconosciuta con le meraviglie del centro storico, pranzo in un ristorante tipico con degustazione di prodotti e olii trevani
– Nel pomeriggio visita a Villa Fabri e al Museo di San Francesco e della Civilità dell’Ulivo.
– Cena in agriturismo della zona collinare della Fascia Olivata Assisi-Spoleto

Sabato:
– Colazione
– Trekking escursionistico della Fascia olivata lungo l’Acquedotto Mediavale alla scoperta di scorci e panorami mozzafiato. Pranzo al sacco in mezzo agli ulivi
– Rientro e cena in ristorante caratteristico con degustazione di prodotti tipici e olii trevani

Domenica:
– Colazione
– Visita in un frantoio della Fascia Olivata alla scoperta dell’olio EVO di Trevi
– Pranzo in frantoio con degustazione
– Relax e ripartenza

Per il gli amanti del trekking e per ha desiderio di fare una vacanza in Umbria, Trevi vi lascerà a bocca spalancata.

Organizza la tua vacanza con i Sentieri

L’Umbria è una delle regioni più accoglienti e sicure d’Italia, la Fascia Olivata Assisi-Spoleto un luogo unico, riconosciuto patrimonio mondiale agricolo dalla FAO. Oltre 90 chilometri di sentieri lineari dove fare trekking, andare in bicicletta, gustarsi del buon cibo, ricercare tartufo pregiato, assaporare un indimenticabile olio extra vergine di oliva o semplicemente rilassarsi.

0

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies di statistica) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Policy policy

Cookie policy